Ricordare e scordare

Due verbi simili ma concettualmente e profondamente diversi. Questo post di Sara mi fa riflettere, mi ci identifico molto.   Il 2014 finisce così, senza voltarsi indietro e senza guardare avanti, ma guardando per terra cercando attentamente di evitare tutta la merda della quale è disseminato il quotidiano. Non auguro niente a nessuno, non voglio auguri o pensieri infarciti di buoni propositi che sanno di artificioso e scaramantico. Come diceva Mark Twain:

Il capodanno è un’innocua istituzione annuale, utile solo come scusa per bevute promiscue, telefonate di amici e stupidi propositi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *